Fabbricato di Piazza Vittorio Veneto 1, Palazzo delle Poste

Setz, Friedrich - architetto

STAMPA pdf
Localizzazione
Trieste
Piazza Vittorio veneto, 1; Largo Odorico Panfili, 2
Via Giorgio Galatti, 5
Via Milano, 6
Comune Censuario: Città Nuova; numero anagrafico: 1411
Uso attuale
Servizi pubblici - altro; Terziario-direzionale - ufficio
Condizione giuridica
proprietà Stato
Provvedimenti di tutela
L. n. 364/1909 di data 08/02/1938
L. n. 1089/1939, art. 71 di data 18/10/1954
DLgs n. 42/2004 di data 04/05/2006
Vincolo diretto BB AA PP
Vincoli

1894

L'imponente palazzo venne costruito tra il 1890 e il 1894 su progetto dell'architetto viennese Friedrich Setz, sull'area in precedenza occupata dall'edificio della Dogana. Costruito dall'impresa Gregersen e Schwarz sotto la direzione dell'ingegnere Guido Levi, l'immobile costituisce un significativo esempio di architettura eclettica nell'ambito della tipologia comune agli edifici pubblici austriaci dell'epoca. Il palazzo venne concepito fin dall'inizio per ospitare sia gli uffici postali e telegrafici sia quelli della finanza, per cui all'interno è strutturato in due corpi distinti, con ingressi separati rispettivamente in piazza Vittorio Veneto e Largo Panfili. Sui prospetti laterali si aprono i portoni per il transito dei carri postali. All'ultimo piano della facciata principale sono collocate alcune statue. A coronamento della parte centrale della facciata vi è una copertura a cupola al centro della quale è collocato un abbaino delimitato da due erme e con un orologio. Cupole si ergono anche agli angoli della costruzione. All'interno si apre un atrio spazioso da cui parte, al centro, un grande scalone che da accesso al vestibolo superiore. Al primo e al secondo piano corridoi con arcate a crociera si affacciano sul vestibolo.

Compilato in data: 2007

stampa